Stampa

Anche in questa situazione di emergenza il Sindacato OCST-Docenti vi è vicino e vi sostiene nella difesa delle vostre condizioni di lavoro e della vostra professionalità.

Il sindacato si è impegnato da subito in particolare nella tutela della salute dei docenti di ogni settore scolastico con due comunicati stampa, il 3 marzo e il 12 marzo, e con vari interventi sui mass-media, reiterati nel mese di aprile, con la richiesta del pieno rispetto di tutte le norme igieniche accresciute che sono state definite progressivamente.

Qualora venisse decisa la riapertura della scuola in presenza, si ribadirà la richiesta della tutela dei soggetti più a rischio (immunodepressi, malati di ipertensione, diabetici, persone con difficoltà respiratorie,…), del pieno rispetto delle misure sanitarie necessarie (distanza sociale non solo nelle aule e nelle palestre, ma anche nei corridoi, negli spazi ricreativi e nei trasporti, aerazione degli ambienti, uso di guanti, mascherine, disinfettanti, cestini ermeticamente chiusi,…), nonché del potenziamento del servizio di pulizia degli stabili scolastici, reintroducendo il giorno soppresso in passato quale misura di risparmio. Inoltre si chiederà di consentire l’esonero per i docenti prossimi al pensionamento o con doveri di accudimento di famigliari a rischio.