Sociosanitario

Il contratto collettivo di lavoro dell’EOC, entrato in vigore lo scorso anno, aveva accolto una richiesta sindacale volta a riconoscere, sul modello applicato alle formazioni infermieristiche, la fomazione post-diploma pertinente alla specificità del contesto clinico in cui opera il professionista medico-tecnico.

A seguito della segnalazione del personale che lavora presso il Carl dell’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale, la Commissione del personale (CdP) è intervenuta sul cambio di turni prospettato dalla Direzione.

In questi giorni diversi associati, collaboratrici e collaboratori degli Istituti Sociali della Città di Lugano, hanno esternato preoccupazione per alcuni articoli apparsi sulla stampa che parlano di «svendita al privato», «esternalizzazione della socialità» o di «fregatura» a cui andrebbero incontro collaboratrici e collaboratori.
Legittimo chiedersi cosa stia accadendo e pretendere informazioni sui progetti in discussione. Non ci sembra tuttavia corretto creare disinformazione, a meno che l’obiettivo non sia infondere dubbi o paure tra i dipendenti!

In meno di un anno sette licenziamenti, numerose riduzioni dell’orario di lavoro e quattro ricollocamenti. Le persone coinvolte vantano tutte una notevole anzianità di servizio oltre che esperienza.

Una buona notizia che attendavamo. Al termine di un incontro svoltosi lunedì scorso a Bellinzona è stato raggiunto un accordo di massima sull’integrazione delle indennità per lavoro notturno e festivo nel salario durante le vacanze per chi lavora regolarmente a turni nelle case per anziani ROCA.