• 1
  • 2
  • 3
  • 4

Dichiarazione d'imposta

I Segretariati regionali OCST offrono su appuntamento il servizio di compilazione della Dichiarazione d’imposta per le persone fisiche 2016.

Maggiori informazioni>>

 

 

"il Lavoro"

Il Lavoro n. 11 del 13 luglio 2017

La Strategia energetica approvata a larga maggioranza dal Parlamento su proposta del Consiglio federale, si basa principalmente su tre pilastri: l’efficienza energetica per ridurre i consumi, lo sviluppo delle rinnovabili e l’abbandono del nucleare.

L’efficienza energetica ha l’obiettivo di ridurre di oltre il 40% gli attuali consumi tramite il sostegno a ristrutturazioni degli edifici e all’uso di veicoli efficienti e questo porterà concreti benefici a favore della popolazione.

Inoltre, il sostegno alla produzione di energia rinnovabile sarà finanziato con un incremento del supplemento rete che ammonterà a 40 franchi all’anno per nucleo famigliare. Dunque Una gestione sostenibile dell’energia attraverso alcune misure puntuali per le quali il nostro Canton Ticino potrà assumere un ruolo di primo piano e trarne importanti benefici.

La strategia 2050 attribuisce infatti grande responsabilità ai Cantoni per quanto attiene alle misure che riguardano il consumo razionale di energia negli edifici e interventi di efficienza energetica nel settore dell’edilizia con positive ricadute sull’economia cantonale e sull’occupazione.

Anche il sostegno alle energie rinnovabili, permetterà al nostro Cantone di giocare un ruolo di primissimo piano. Il Ticino, assieme agli altri Cantoni di montagna, è tra i principali attori nell’ambito delle rinnovabili, in particolare nella produzione idroelettrica attraverso le sue 31 centrali distribuite su tutto il territorio, specialmente nelle zone periferiche.

La situazione in cui si trova il mercato energetico internazionale, soggetto a repentini mutamenti, e la forte dipendenza dall’estero mettono in difficoltà la produzione di idroelettrico ticinese. I primi segnali non hanno tardato ad apparire e le conseguenze di queste precaria situazione possono ricadere sull’occupazione. Alcune aziende hanno già attuato piani di ristrutturazione e di risanamento che coinvolgono anche il personale. Solo puntando con convinzione sulle energie rinnovabili prodotte sul nostro territorio possiamo davvero fare gli interessi del nostro Cantone.

Sostenere la Strategia 2050 significa allora non solo essere convinti dell’importanza delle energie rinnovabili e di un consumo più razionale dell’energia, significa anche sostenere la produzione locale per garantire l’approvvigionamento nel nostro Cantone e nel contempo mantenere ed aumentare l’occupazione in Ticino e nelle sue zone periferiche. È per gli interessi dell’ambiente, dell’economia e della popolazione di questo Cantone che appoggiamo convinti la Strategia 2050.